martedì, marzo 29, 2011

Languore

Guardo passare i grandi barbari bianchi, che arrivano sempre un istante prima di me. Compongo acrostici indolenti come colui che sa di essere presente e remoto - ancora qui e già terribilmente superato - e in qualche modo dovrà pur riempire il proprio tempo: tanto vale che sia in bellezza ed inutilità. Non produco, non consumo, contemplo e mi lascio sconfiggere dalla noia, dalla storia.

Listening to:
Segnali di vita - Franco Battiato

Etichette: ,

0 Comments:

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home