lunedì, marzo 05, 2007

Crescendo

Nonostante la fatica di questi giorni troppo densi di impegni, in cui perfino trovare il tempo di respirare a volte può sembrare un'impresa, mi sento serena, confortata e fiduciosa. Inspiegabilmente le cose pesano ogni giorno di meno, si rianimano, si colorano di tinte nuove e brillanti, perdono i loro contorni spigolosi e diventano sempre più accoglienti, concave, tiepide e materne, cosicché mi possa mollemente abbandonare a questo nuovo e fragile senso di confidenza che sta facendo lentamente capolino. La parabola ascende, non vertiginosamente, ma costantemente ed è meglio che sia così, perché questo mi risparmia il senso di capogiro. E, forse per la prima volta in tutta la mia vita, non m'importa affatto di sapere come andranno le cose, m'importa solo che continuino impercettibilmente a muoversi, ad evolversi giorno dopo giorno, in meglio o in peggio non fa differenza, ciò che conta è che non si inchiodino. M'importa di fluttuare in questo alone luminoso incoscientemente, senza ragionare troppo su questa primavera anticipata, per non guastarla, ma assaporandola, respirandola, sfiorandola, ascoltandola e facendomi lusingare dalle sue carezze.

Listening to:
Porta Vagnu - Ivan Segreto

Etichette:

0 Comments:

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home