sabato, marzo 17, 2007

Un discorso sospeso

Se solo la smettessi di vedere le cose attraverso una lente deformante e mi rassegnassi ad una realtà priva di tutti i fronzoli che sono solita ricamare sulla sua tela! Ma non ne sono capace. E' come una condanna.
Ah, questa terribile afasia e questo soverchiante terrore di fare sempre un passo di troppo! E questo continuo e faticoso riprendere ogni giorno i fili strappati il precedente, con l'illusione di portare avanti un lavoro di tessitura che, invece, non cresce mai...
Mi schiaccia il peso di tutte le parole lasciate a mezz'aria e il senso di colpa per non averle acchiappate.

Listening to:
La ballata degli impiccati - Fabrizio De Andrè

Etichette:

0 Comments:

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home