mercoledì, settembre 16, 2009

Autunno, lo riconosco dall'odore

I ragazzi della scuola fanno ginnastica mentre osservo la transumanza delle nuvole grigie verso ponente e i rami del gelsomino tremano un po' per gli spifferi tra i volumi dei palazzi. La luce è esangue e da qualche giorno mi mancano le parole, cadute prima delle foglie e smarrite tra i mulinelli nel vento. O forse non le ho perdute, è solo arrivata la stagione in cui devono essere custodite.

Listening to:
Dentro la tasca di un qualunque mattino - Gianmaria Testa

Etichette: ,

1 Comments:

Blogger charmel said...

è molto bello il tuo blog,verrò spesso a farti visita

16 settembre, 2009 17:33  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home