martedì, gennaio 16, 2007

Para desentristecer

Provo ad essere più ottimista. Il futuro è un'incognita per tutti, anche per me. Spero di riuscire a convincermene. Non voglio ricadere nel mio solito errore di rovinare tutto con quelle che gli psicologi chiamano "profezie autoavveranti".

Ascolto Caetano Veloso, mangio le meravigliose Tenerezze al caffè del Mulino Bianco, penso all'amato inverno fuori dalla mia finestra e provo a sorridere. A forza di impegnarmi la smorfia forzata diventa quasi credibile.

Stasera voglio andare a dormire contenta e fare uno di quei sogni "pilotati" che riuscivo a fare da piccola, quando distesa nel mio letto con la luce spenta mi concentravo intensamente su di una cosa fino al momento in cui mi assopivo e sognavo esattamente quello che avevo deciso di sognare.

Listening to:
O Leãozinho - Caetano Veloso

Etichette:

4 Comments:

Anonymous vale said...

Che bello!Io non ne sono capace!E' tanto che non passavo da queste parti!Sono app rientrata..tornando a casa ho pensato che fosse il caso di darci un taglio..ai capelli però!Per il resto..ho xla testa l'inaspettata rivelazione di oggi...e l'idea che i fantasmi tornano sempre!

16 gennaio, 2007 19:09  
Anonymous Aura said...

A me non riesce + di concentrarmi e sognare ciò che voglio...però ascoltare certa musica mi aiuta ad addormentarmi col sorriso, e di solito al risveglio quel sorriso rimane.^_^
vasata

16 gennaio, 2007 19:58  
Anonymous Anonimo said...

Allora sogni d'oro e tanti bei sorrisi al risveglio. Bacioni By SpiderMiNNo

16 gennaio, 2007 20:35  
Blogger Fabrizio said...

Guarda te... Quando ero piccolo (lo sono in parte anche adesso!) se mi concentravo intensamente avevo sempre gli incubi.

Il futuro, cara Maria, può anche essere una incognita però basta avere tantissima volontà per far si che prevalgano le "cose buone" piuttosto che quelle "cattive"

17 gennaio, 2007 17:46  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home