mercoledì, agosto 08, 2007

Accordi

Malgrado tutto ho questa stupida abitudine di congetturare sulle coincidenze e di credere che siano lì a significare qualcosa in un disegno ben preciso. Forse perché sono ingenua e mi riesce difficile pensare ad un destino beffardo al punto tale da illuderci invano. Credo in un'architettura universale molto simile alla musica, all'armonia e al contrappunto, in cui i rapporti tra gli esseri umani sono governati da leggi che mirano ad una combinazione piacevole delle persone, non alla disarmonia e solo sporadicamente alla dissonanza. Credo che le coincidenze siano il segnale per riconoscersi e combinarsi per formare armonici perfetti. E lo credo nonostante tutto ciò manchi di evidenza, lo credo benché tutte le prove che ho raccolto siano apparentemente avverse alla mia tesi.

Listening to:
Meravigliandomi del mondo - Luca Madonia e Carmen Consoli

Etichette:

2 Comments:

Anonymous Anonimo said...

non sei l'unica a crederci!!! :)
vasata
Aura

09 agosto, 2007 18:18  
Blogger Fabrizio said...

Attenta: se l'architettura universale (destino?) è tale allora le coincidenze sono soltanto punti di questa. Punti secanti ma sempre punti dai quali, comunque, si può capire soltanto a lungo termine. Se togli una qualsiasi delle alterazioni hai l'accordo (combinazione piacevole) ma questo lo capisci nel tempo

09 agosto, 2007 21:06  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home