venerdì, novembre 21, 2008

ptialina

Una polpetta in parte sbocconcellata, non ancora bolo e non più davvero polpetta. Ci vorrà del tempo perché possa essere deglutita ed altro, tanto, perché la si possa metabolizzare. Speriamo solo non sia avvelenata e non debba pentirmi di quest'atto di cannibalismo sentimentale, e che, pur essendo un cibo che non nutre, riesca lo stesso a farmi crescere.

Listening to:
Another lonely day - Ben Harper

Etichette: ,

2 Comments:

Blogger stefano said...

... e invece non ti pentirai, dolce amica mia. Per quanto possa sembrare difficile la scelta, tra ingoiare una polpetta o non farlo sarà sempre giusto ingoiarla, anche se per un miliardo di cani ha significato la morte, anche se ci vorranno anni a digerirla. Io sono con te. Bacini...

23 novembre, 2008 14:20  
Blogger Maria (a.k.a. LaMusa) said...

Grazie, Ste'...ti penso e ricambio i bacini!

23 novembre, 2008 16:49  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home