martedì, novembre 25, 2008

Contentini

Da dietro i vetri della mia camera guardo la luce del palazzo di fronte che fa capolino tra le foglie della pomelia sul balcone. Se allungo un poco il collo, da dietro la tenda blu che cancella il resto tranne il cerchio pallido illuminato a neon, mi pare la luna. Una luna a portata di mano. Una pallina di luce a due metri da terra. Uno stupido surrogato di quello che da qui non posso vedere.

Ci si può accontentare per sempre di simulacri?

Listening to:
Questione di ore - Pinomarino

Etichette: ,

0 Comments:

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home