lunedì, dicembre 29, 2008

Invecchio

Mentre un altro anno, l'ennesimo, sgattaiola via velocemente sancendo l'inesorabile avanzare del tempo e allo stesso tempo centinaia di cose tornano dal passato confondendo i confini di epoche e stagioni, mi chiedo cosa si debba attendere, quale dovrebbe essere il segnale che preannuncerà la disperazione senza rimedio o la felicità così a lungo corteggiata. Vorrei essere preparata, quando arriverà il momento, sia a ricevere un fendente che una carezza e aver costruito una corazza sufficiente perché non mi sopraffaccia l'ebbrezza, né il malumore. Perché di picchi e di baratri, di altalene vertiginose e di ascese e precipizi repentini ho già fin troppa esperienza e forse non ho più l'età adatta per le sorprese.

Listening to:
Qualcosa che non cambia il mondo - Pinomarino

Etichette: ,

0 Comments:

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home