giovedì, settembre 06, 2007

4x3=12

Lasciatemi essere un po' frivola. Una volta ogni tanto è necessario. Datemi il permesso di celebrare il ritorno dell'immenso Gianluca Basile. Sì, lo so, il top scorer italiano ieri sera è stato Belinelli, ma credo di non poter essere smentita quando dico che le tre "triple" di fila segnate dal Baso siano state la chiave di volta di una partita che ad un certo punto sembrava scivolare dalla mani dei nostri. Rivedere il capitano ricevere i complimenti dei compagni ed il "cinque" da Charlie Recalcati è stato emozionante, soprattutto perché l'ultima immagine che avevamo di lui in azzurro era quella risalente ai Mondiali dello scorso anno. Quei maledetti tre tiri liberi sbagliati a tempo scaduto contro la Lituania che ci eliminavano dalla competizione e le lacrime in conferenza stampa, mentre si accollava tutte le responsabilità del fallimento e chiedeva scusa ai compagni - soprattutto ai giovani - per avere infranto il loro sogno. Ma, soprattutto la decisione di dare l'addio alla nazionale. Se davvero fosse finita così sarebbe stato ingiusto e triste. Un giocatore del talento della guardia pugliese non meritava di lasciare come ultimo ricordo di sé solo quei maledetti tre tiri dalla lunetta. Anche Recalcati ne era consapevole e si è dato da fare, difendendo sempre Basile e parlandogli, fino a convincerlo ad essere di nuovo la guida di questa squadra di giovani promettenti. All'inizio non era andata bene, nei due incontri precedenti contro Slovenia e Francia l'Italia aveva perso e Gianluca era stato deludente. Si era attirato nuove critiche e con l'onestà di sempre le aveva accettate. Ieri sera però il ruvese è tornato ad essere determinante, per la gioia di tutti noi estimatori dei suoi tiri "ignoranti" e dell'uomo Basile, perché è anche questo che fa di lui un vero campione. Uno che quando c'è da riscuotere elogi lo fa - e chi si tirerebbe indietro? - ma che, parimenti, quando c'è da incassare i giudizi negativi li riceve a viso aperto, senza cercare scuse e nascondersi dietro un dito.

A dir la verità non mi faccio illusioni su questi Europei, anche se sulla base di ciò a cui ci ha abituati la nostra nazionale ultimamente tutto è possibile...

Listening to:
Hoppipolla Afturabak - Sigur Rós

7 Comments:

Blogger Fabrizio said...

La prima partita, che vista la non diretta e la necessità di accorciarla, sembrava più la continuazione di Blob ha mostrato una Italia ferma e statica come non mai. Sulla seconda, secondo me si andava meglio, e la terza (quella di cui tu parli) mi è sembrata la migliore. Certo gli amici polacchi non sono poi fortissimi ma le giocate italiane di ieri sono state molto belle.

(io rimpiango la nazionale del 1999-2001 secondo me non ne abbiamo mai avuta una così forte)

06 settembre, 2007 15:25  
Blogger Maria (a.k.a. LaMusa) said...

Sì, l'Italia ha giocato abbastanza male, (soprattutto in difesa), e le percentuali al tiro sono state piuttosto basse. E' per questo che ho scritto che non mi faccio illusioni: non vedo un bel gioco, subiamo troppo in contropiede e alcuni, (Mancinelli su tutti), sono un po' troppo egoisti. Io, sinceramente, preferisco i giocatori che fanno di più per la squadra, tipo Soragna.
L'unica nota davvero positiva di ieri è stata proprio la prestazione di Basile. Breve ma di qualità. Del resto ha quasi 33 anni e non gli si può chiedere di reggere un incontro per intero dopo una stagione lunghissima. Spero per lui che sia solo l'inizio di un torneo in cui possa dimostrare nuovamente il suo immenso valore, perchè sarebbe ingiusto che la sua esperienza in nazionale si riassumesse tutta in quei tre sciagurati tiri liberi falliti con la Lituania. Anche perchè lui è quello che segnando 31 punti in semifinale - proprio contro la Lituania, tra l'atro - ci portò in finale alle Olimpiadi di Atene. E poi, chi lo ha visto eseguire almeno una volta uno dei suoi tiri "ignoranti" sa che Baso è un giocatore di grandissimo talento a cui sfortunatamente quella volta è capitata una giornata no.

06 settembre, 2007 17:42  
Blogger Maria (a.k.a. LaMusa) said...

Oooops! Ho appena notato che nel commento precedente c'è un refuso!
Pardon, avrei voluto scrivere "tra l'altro" e non "tra l'atro", ovviamente...

06 settembre, 2007 17:58  
Blogger Alessandro said...

[i]io e il frivolo andiamo a braccetto...[/i]
Lasciatemi dire che la penso come l'ottimo Fabrizio (la citazione calapsiana è fortemente vuluta...) riguardo la nazionale 1999-2001 che è la più forte di sempre.
Ho visto una nazionale in crescita, anche se i polacchi non sono proprio il massimo. Se con la Slovenia si era vista una squadra inguardabile (passatemi il bisticcio di parole...), già con la Francia gli Azzurri avevano già mostrato ottime cose, tralasciando gli ultimi tre sciagurati minuti (e fermo restando che Tony Parker è un vero mostro...).
Onestamente non ho molte speranze per il passaggio del turno: partendo da 0 punti l'Italia dovrebbe praticamente vincere tutte le prossime tre partite. Se l'impegno con la Turchia sembrerebbe alla nostra portata, lo stesso non può dirsi per le due partite con Lituania (la fatal Lituania...) e Germania soprattutto che ha in squadra un certo Dirk Nowitzki...

06 settembre, 2007 19:17  
Blogger Maria (a.k.a. LaMusa) said...

Il passaggio del turno è quasi una chimera, ma lascio qualche margine di fiducia a questa squadra che quando ha dato il meglio ha saputo compiere imprese storiche, (come guadagnarsi una "vera" finale olimpica, visto che quella ottenuta nell'80 a Mosca fu condizionata dal boicottaggio). Però, è vero che la rosa è cambiata notevolmente e molti giovani devono ancora crescere dal punto di vista dell'esperienza e magari anche fare qualche bagno d'umiltà.
Io, comunque, continuerò a seguire il percorso dei nostri e a tifare come sempre, nella speranza che mi facciano qualche bella sorpresa.

06 settembre, 2007 19:34  
Blogger Fabrizio said...

Ora sono troppo pigro per cercare con "Big G" ma c'è stato un evento cestistico nel quale abbiamo battuto il dream-team U.S.A., vero?

Divagando un po' vorrei informarmi sul prezzo dell'abbonamento per vedere l'Orlandina, se non è proibitivo, tenendo conto che il mercato acquisti è stato molto prolifico, vorrei vedermi qualche partita.

07 settembre, 2007 00:19  
Blogger Maria (a.k.a. LaMusa) said...

Credo che l'Italia abbia battuto gli USA solo in un'amichevole al troneo preolimpico del 2004. Ma non ne sono certa, ti conviene controllare.

07 settembre, 2007 10:40  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home