venerdì, luglio 21, 2017

Scrivere è la cura.
Non c'è bisogno di attendere, di spasimare per un'idea che non arriva. Le parole sono un gioco da giocare anche senza ispirazione, perché l'ispirazione non è un frammento che turbina nel vento, né un lampo fugace. L'ispirazione è un processo.

La chiave di tutto è avere l'umiltà necessaria per accettare che questo processo diventi routine, che lo straordinario non possa venire da nient'altro, se non da ciò che è banalmente ordinario. Accogliere la propria normalità come un dono, non come un fardello, e farla fruttare. 

Etichette: ,

0 Comments:

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home