lunedì, febbraio 05, 2007

Ai confini della realtà

Ho una memoria birichina e un inconscio dispettoso, che insieme cospirano contro di me. Parti di me che mi sono amorevolmente ostili e tracciano sogni e ricordi fallaci, che sembrano più veri del vero e traggono in inganno. Come se seguissi una pista e qualcuno avesse deciso di disseminare il cammino di tracce fasulle. E tutto questo incontrollabile proliferare di indizi inconsistenti è pericoloso e consolatorio. Mi custodiscono dentro una scatola imbottita, perchè non mi faccia male, ma imbottita di rischi. A pensarci bene la morbidezza delle sue pareti è solo un'illusione e, a giudicare dai segni che lascia, direi che si tratta piuttosto di una copertura di rovi mascherati da bambagia. Ma spero fortemente, dissennatamente, furiosamente e disperatamente di sbagliarmi.

Listening to:
Nightblindness - David Gray

Etichette:

1 Comments:

Anonymous stefano said...

Te lo auguro, Maria, di sbagliarti. Pero'con te, in quanto mia unica blog friend, devo essere sincero. Quando tutto quello di cui hai scritto capita a me, non va mai a finire bene. Incrocio le dita per te. Baci

05 febbraio, 2007 23:35  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home