venerdì, febbraio 29, 2008

Ci sto pensando

E' molto probabile che in Aprile decida di andare a buttare via il mio voto. L'idea di segnare la croce sul simbolo del PD non mi solletica per niente: mi sembra un voto estorto e, sinceramente, mi sono stufata di andare alle urne a dare la mia preferenza ob torto collo a un partito le cui linee non condivido, solo per evitare un altro quinquennio di berlusconismo. Veltroni, del resto, altri non è che l'omologo del Cavaliere dall'altra parte della barricata: altrettanto presenzialista, altrettanto populista, altrettanto presuntuoso. Sarà un voto sprecato, ma sarà il voto che voglio.
Mi sto convincendo sempre più che non si debba andare a votare solo come se fosse un oneroso dovere civico e morale, bensì che il voto debba in qualche maniera gratificare l'elettore che deve pensare così facendo di stare partecipando al processo democratico. Io voglio votare per dire qual è la visione che ho di come dovrebbero andare le cose e vorrei votare 'per' qualcuno, non sempre e solo 'contro' qualcun altro.


Listening to:
Morte di un poeta - Modena City Ramblers

Etichette: , , , , ,

7 Comments:

Anonymous Anonimo said...

Ciao Maria!
Il tuo voto è essenziale, anche se non ti fa impazzire l'idea di votare PD.
Cerca di andare a votare.
Butta giù, ormai ci sarai abituata: meglio qualcosa che non ci soddisfa fino in fondo che dover sopportare la faccia di Berlusconi tutti i giorni in TV!
Spero che deciderai di votare.

Un abbraccio da Milano!
Laura

01 marzo, 2008 14:01  
Blogger Maria (a.k.a. LaMusa) said...

Certo che andrò a votare, ma di votare PD non mi va affatto...sto valutando altre soluzioni, ma non c'è nulla di deciso per il momento...

01 marzo, 2008 19:45  
Anonymous Anonimo said...

alla luce di tutto quello che mi sta accadendo questa storia delle votazioni mi sembra davv una cazzata...tutta questa foga di salvare l'italia non ce l'ho più da quando la macchina xfetta del mio corpo non è più così tanto perfetta...so che ho fatto un commento che susciterà l'ira di molti ma ho stranamente capito cosa è veramente importante...scusate...valina

02 marzo, 2008 11:58  
Blogger Maria (a.k.a. LaMusa) said...

"Ammore", ti assicuro che non permetterò a nessuno di prendersela con te!!!

03 marzo, 2008 14:19  
Anonymous Fabrizio said...

Ed io che devo dire? La sinistra "radicale", che ora è arcobaleno, l'ho già votata ed ha fatto tutto meno quello che mi aveva promesso... Illuso, tsé!

Veltrosconi non lo voto nemmeno se mi obbligano, altrimenti, a passare una notte di follia con Felice e Ciccio scimmia.

03 marzo, 2008 23:27  
Anonymous Enzo said...

Basta, la misura è colma. Cinque morti sul lavoro in un solo giorno, e Veltroni beatamente candida Calearo, un padrone, nelle liste del PD. Tutto è stato fatto secondo una chiara logica interclassista democristiana: padroni e servi, chi esce dalla fabbrica in auto blu e chi in un carro funebre, gente per la quale l’acquisto di una mascherina protettiva intacca il profitto e gente che muore asfissiata dalle esalazioni di una cisterna. Credevo che una certa semplificazione della politica potesse risparmiarci lo squallore di fine legislatura al quale abbiamo assistito, ma mi sbagliavo: l'Italia non è l'America; l’Italia ha bisogno di Sinistra, non di centro. Voterò Sinistra Arcobaleno (se si presenterà nella mia circoscrizione estera). Hai ragione tu: basta voti estorti! Bisogna votare secondo coscienza, non secondo convenienza. Altrimenti si fa la fine di Clemente Mastella.

04 marzo, 2008 15:01  
Blogger Maria (a.k.a. LaMusa) said...

Grazie Enzo, vedo che hai capito. Non avevo alcun dubbio su questo.
Mi fa piacere leggere le tue parole.

Anch'io voterò per la Sinistra Arcobaleno.

04 marzo, 2008 17:46  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home